Linguaggio del corpo maschile: 5 segnali di interesse

linguaggio del corpo maschile

Intuire che cosa sta provando un uomo mentre sei in sua compagnia non è semplice, soprattutto all’inizio. Nella prima fase della conoscenza, infatti, si tende a non esternare il proprio interesse. O almeno, si cerca di non farlo esplicitamente.

Ecco perché conoscere i segnali di interesse del linguaggio del corpo maschile può esserti di grande aiuto. Sapere come si atteggia un uomo interessato rispetto ad uno disinteressato ti aiuterà a fare chiarezza su quelli che sono i suoi sentimenti.

E difatti, nel presente articolo tratteremo proprio questo argomento. Ti spiegherò sia quali sono i segnali positivi, sia quelli negativi, così che tu possa sentirti sicura mentre ripensi ai momenti che hai passato insieme a lui.

Poi, se vorrai approfondire il linguaggio del corpo maschile, ti consiglio di metterti nelle mani di Antonio Meridda, un esperto nel campo della seduzione, dell’attrazione e dei segnali del corpo.

Difatti, grazie al suo videocorso potrai capire più nel dettaglio perché e quanto è importante la comunicazione non verbale e, oltre a decifrarla, come sfruttarla a tuo vantaggio per sedurre gli uomini. Clicca qui per vedere le prime lezioni gratis.

Linguaggio del corpo maschile: segnali di interesse

Bene, a questo punto non ci resta altro da fare che scoprire quali sono i fattori, le movenze e gli atteggiamenti che ti permettono di capire se effettivamente gli piaci. Alcuni sono più evidenti, altri meno, e comunque bisogna anche considerare che esistono i ragazzi timidi.

Ecco perché ti invito anche alla lettura di questa guida, dove troverai sia un test da fare, sia i 10 segnali che ti permetteranno di capire se piaci o meno ad un ragazzo. In questo modo avrai tutte le informazioni necessarie per decifrare il suo linguaggio del corpo e capire qual è l’interesse che prova per te.

1. La vicinanza fisica

Uno dei primi segnali che bisogna tener presente quando si parla di comprendere il linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento è sicuramente il modo in cui lui “gioca” con la vicinanza (o la distanza) fisica.

Quando piaci a un uomo, lui tenderà naturalmente a protrarsi verso di te, a volte entrando “nel tuo spazio” con una mano o un piede. Il petto rimane aperto, ma se deve dirti qualcosa di importante tende ad avvicinarsi con il viso e a guardarti negli occhi.

Invece, un uomo che rimane appoggiato allo schienale della sedia tutta la sera, sia quando parli tu che quando parla lui, non è coinvolto e interessato. Non cerca in alcun modo di enfatizzare la conversazione e di creare intimità durante il dialogo, e lo comunica proprio attraverso la distanza fisica.

2. Lo sguardo

Nella seduzione, lo sguardo gioca sempre un ruolo essenziale. E difatti, è un ottimo segnale anche nel linguaggio del corpo maschile. Per capire se gli piaci dovrai prestare attenzione a come gestisce lo sguardo quando è con te.

Quando un uomo prova interesse, gli viene naturale giocare con gli occhi, a volte mettendoti anche un po’ volontariamente in soggezione. Oppure, per creare attrazione, può guardarti profondamente e poi distogliere lo sguardo quando non te lo aspetti.

linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento

Insomma, con gli occhi si possono comunicare molte cose senza aver bisogno di proferire verbo. Se poi, come vedremo meglio tra poco, ad uno sguardo intenso ci aggiungiamo un sorriso che ricorda una smorfia, allora è certo che tu gli piaccia.

Dall’altra parte invece, un uomo che si guarda in giro, distoglie spesso lo sguardo o mentre non ti guarda giocherella con le mani o il telefono, è palese che non sia preso dal momento che sta condividendo con te e che si stia annoiando.

3. La risata

Anche la risata può essere considerata un ottimo segnale di comprensione del linguaggio del corpo maschile nel corteggiamento. Difatti, ridere è un ottimo modo per esternare il proprio interesse e, diciamolo, a volte anche per scaricare un po’ di tensione.

Il punto, però, è capire cosa fa lui mentre passa un momento divertente in tua compagnia: ti guarda e si avvicina con il fisico a te? Allora è un segnale positivo. Al contrario, si inarca e coglie l’occasione per allontanarsi? Allora è un segnale più negativo.

Inoltre, prova a fare caso al suo sguardo dopo che è avvenuta questa risata. Se prova molto interesse è quasi sicuro che ci sarà un momento dove ti guarderà negli occhi in modo intenso, anche se per pochi secondi.

4. Le mani

Le espressioni e le movenze che si possono decifrare per capire l’interesse di un uomo non sono molte, ed è proprio per questo che anche solo il movimento che fa con le mani può essere una fonte ottimale di informazioni.

Iniziamo con il dire che se un uomo tiene le mani in tasca, le braccia conserte o appoggiate sulle gambe senza mai gesticolare o cercare il contatto con te non è assolutamente un buon inizio. Infatti, questi sono tutti segnali di chiusura, freddezza e disinteresse, oppure di una forte timidezza.

Se invece il petto è aperto, le braccia sul tavolo e le mani ben in vista, significa che c’è interesse. Non solo, il bello arriva quando sfiora la circonferenza del bicchiere con i polpastrelli, o quando si tocca le labbra e si accarezza la barba.

Insomma, le mani accompagnano l’interesse che un uomo prova per te. Di conseguenza, se noti che è troppo statico, dovresti iniziare a drizzare le antenne.

5. Tocca i tuoi oggetti

Quando un uomo è interessato a te, nel corso della serata cercherà di avvicinarsi fisicamente e, se possibile, di entrare in contatto con te. Ciò significa che, senza dare nell’occhio, magari ti sfiorerà il braccio, la mano o la spalla.

Qualora però avesse delle difficoltà perché magari siete seduti in un modo che non glielo consente, allora toccherà i tuoi oggetti presenti sul tavolo. Questo è un modo quasi esplicito per dire che gli piaci e che si sente già in feeling con te.

Chiaramente, al contrario, se lui non accenna ad avvicinarsi, a sfiorarti e non vede neanche gli oggetti che ha vicino sé, allora significa che l’interesse che prova è piuttosto scarso, per non dire inesistente.

Linguaggio del corpo maschile: conclusioni

Questa guida giunge al termine ed io ti ringrazio per essere rimasta con me fino alla fine. Spero vivamente che tu abbia trovato le informazioni che stavi cercando e, soprattutto, che tu abbia avuto delle conferme positive circa la tua frequentazione.

Capire se un uomo è interessato o meno attraverso il linguaggio del corpo non è semplice, perché rispetto ad una donna, l’uomo è meno espressivo. Di conseguenza bisogna saper dare molta importanza a pochi fattori.

E difatti, come hai visto, non ti ho riportato 10 o 15 segnali di interesse, ma solo 5, che però possiamo definire cruciali. Quando un uomo è interessato ci mette poco ad esternarlo, anche se il punto è se vuole effettivamente fartelo sapere e capire.

Esistono uomini misteriosi, timidi, introversi. Insomma, non tutti riescono a lanciarsi nel contatto fisico o in movenze “esplicite” come lo sfioramento delle labbra. E magari sono comunque molto interessati alla donna che hanno di fronte.

Ecco perché concludo questa guida invitandoti a seguire il corso di Antonio Meridda Come capire se gli piaci e usare il linguaggio del corpo per sedurre un uomo. In sole 6 lezioni riuscirai a decifrare tutti i comportamenti dell’uomo che ti interessa e, allo stesso tempo, avere la sicurezza di poterlo sedurre qualora tra di voi ci fosse il giusto feeling.

Puoi iniziare gratuitamente le prime lezioni cliccando qui.

5/5 - (1 vote)