Marito narcicista: 4 regole per gestire meglio la situazione

marito narcisista

Se credi di essere in una relazione con un marito narcicista, probabilmente non sai gestire questa situazione così difficile e stai cercando aiuto. L’uomo che hai sposato prima del matrimonio sembrava ideale, mentre adesso è totalmente irriconoscibile. Non è rimasto nulla di quell’uomo sensibile e seducente di cui ti eri innamorata…

Magari ti senti vittima delle sue manipolazioni, hai l’impressione che non sappiate più parlare, ogni vostra conversazione diventa un litigio, e la tua autostima è più bassa che mai.

Diciamolo: non sei felice e non sai cosa fare per cambiare la tua situazione. Ti stai chiedendo cosa sbagli, se esiste un modo per farti sentire meglio e per recuperare la tua sicurezza. Non sai se dovresti divorziare oppure cercare di salvare il tuo matrimonio, e se il divorzio è necessario, da cosa dovresti iniziare.

In questo articolo parleremo del marito narcicista e della relazione con lui. In particolare vedremo cosa significa per te sposare un narcisista e come comportarsi per gestire meglio la situazione e recuperare il controllo, per poi decidere come proseguire.

Prima di cominciare vorrei invitarti ad effettuare un breve test online che ti aiuterà a capire se tuo marito è narcisista e quali sfumature caratteriali presenta (per esempio puoi avere a che fare con un marito narcisista patologico o con un marito narcisista manipolatore). Dopo aver risposto a tutte le domande, immediatamente riceverai il risultato.

Scopri se lui è un narcisista

Marito narcisista: che significa questo per te?

La vita con un marito narcisista non è tutta rose e fiori. La relazione con lui viene soprattutto definita dai suoi tratti caratteriali, e dai suoi atteggiamenti ricorrenti, che possono risultare davvero pesanti da sopportare per la sua partner:

  • Propensione alla manipolazione: le manipolazioni del marito narcicista possono assumere forme diverse, ma di solito servono per scaricare la responsabilità su di te (o sugli altri), per rendere la tua autostima più bassa e per conquistare più controllo sulla tua vita. Tuo marito potrebbe ad esempio rigirare le tue parole a suo vantaggio, comportarsi in due modi diversi quando siete insieme e in presenza degli altri, accusarti per le cose che ha fatto lui, a turno essere gentile o freddo con te, trattarti ingiustamente o anche dirti che sei emotivamente instabile. Se non resisterai, le conseguenze possono essere serie e a lungo termine.
  • Mancanza di empatia: la mancanza di empatia, tipica per un narcisista, si manifesta con il comportamento di tuo marito che non sa per niente mettersi nei tuoi panni né comprendere i tuoi sentimenti. A volte non riesce neanche a notare le tue emozioni perché tra lui e te c’è l’immagine perfetta creata da lui che non prende in considerazione la delusione, la tristezza o i tuoi bisogni. Così il narcisista spesso ferisce gli altri, talvolta non accorgendosene.
  • Senso di superiorità: questo è il tratto principale del carattere del narcisista, che magari hai notato prima di sposare tuo marito, però forse non ci hai prestato tanta attenzione. Il narcisista crede di essere migliore degli altri (anche di te) in ogni materia possibile. Si considera una persona eccezionale, creata per raggiungere grandi obiettivi. Questo fa sì che si conceda diritti e privilegi particolari, che secondo lui non spettano alle altre persone.
  • Superare i limiti: il marito narcisista non rispetta i tuoi limiti e questo è uno dei problemi principali. Anche se hai provato a metterne alcuni, lui è riuscito a superarli oppure a spostarli. Probabilmente l’hai lasciato fare per paura che ti abbandonasse, oppure perché ti fidavi ciecamente di lui. In ogni caso, ora ti ritrovi in una relazione vantaggiosa per lui, e dolorosa per te.
  • Tendenza a mentire e tradire: è un altro tratto particolarmente doloroso del carattere del narcisista. Tuo marito narcisista non è onesto, a volte non ti dice qualcosa oppure addirittura mente sapendo di mentire. Potrà capitare che scoprirai che ti tradisce; lui all’inizio vorrà ottenere il tuo perdono, ma poi la situazione si ripeterà. Questo non è solo mancanza di rispetto, ma anche una situazione che ti forza a non fidarti di tuo marito oppure a tollerare dei comportamenti per cui soffri e ti senti umiliata.
marito narcisista patologico

Questi tipi di comportamenti e atteggiamenti ti lasciano solamente due possibilità: accettare di essere un’eterna vittima, oppure stare sempre sul campo di battaglia. Entrambe le opzioni sono molto frustranti e danneggiano la tua felicità ed il tuo benessere..

Ma allora qual è la soluzione? Come porre rimedio a tale situazione?

Ovviamente il divorzio con il marito narcicista può risultare l’unica soluzione giusta, però se questo non è possibile oppure non lo vuoi (a causa della situazione economica, dei valori in cui credi oppure perché avete figli), ti servono altri strumenti che ti permettano di tenere sotto controllo la tua relazione e la vita quotidiana con tuo marito.

La strategia per difendersi dall’uomo narcisista, sedurlo, riconquistarlo o liberarsi definitivamente da lui

Marito narcisista: come comportarsi?

Se il tuo obiettivo è di trovare una soluzione per gestire meglio la situazione con il marito narcisista, qua sotto ti presento 4 regole principali che costituiscono la base per vivere con un uomo narcisista.

1. Indipendenza emotiva

L’indipendenza emotiva è quello che manca a tante donne che sono sposate con un narcisista tossico. La dipendenza affettiva si manifesta per esempio in questi modi:

  • Hai paura di essere respinta e della solitudine
  • Fai dipendere la considerazione che hai per te stessa dall’opinioni degli altri
  • Ricerchi la tua felicità, i tuoi bisogni e i tuoi obiettivi esclusivamente nella felicità, nei bisogni e negli obiettivi dell’altra persona
  • Non ti fidi di te stessa e non sai prendere decisioni
  • Permetti agli altri di giudicare le tue emozioni

Di conseguenza tuo marito ti comanda dicendoti come dovresti vivere, cosa dovresti scegliere, in cosa dovresti credere e come ti dovresti sentire. Ti toglie totalmente la tua autostima e il senso di autosufficienza.

Per gestire meglio la relazione con un marito narcisista devi metterti seriamente al lavoro per sviluppare la tua indipendenza emotiva. Devi capire che vivi e senti a prescindere di tuo marito. Cerca e circondati di quello che è tuo, che hai costruito da sola, che è legato con il tuo passato, con le tue emozioni e con le tue idee.

Prendi più spesso le decisioni, quelle buone, ma pure quelle sbagliate. Non sentirti in colpa e affronta le conseguenze in modo razionale. E soprattutto sii consapevole che i tuoi stati emotivi sono una tua questione privata. Possono essere diversi, possono arrivare e passare e nessuno può dirti che non vanno bene, che sono stupidi o immaturi.

2. Fissare dei limiti

Alcune donne non sanno affatto fissare i propri limiti, il che ha a che fare con la loro dipendenza affettiva. Altre mettono dei limiti, però rimangono incoerenti e di conseguenza l’altra persona può superarli o spostarli quando vuole.

Nella relazione con un marito narcisista i limiti sono assolutamente fondamentali perché c’è sempre il rischio che vengano oltrepassati. Devi analizzare bene cosa appartiene alla tua zona privata, cosa non vuoi condividere, cosa non vuoi accettare e farlo rispettare sempre. Se lo farai rispettare solo ogni tanto, non funzionerà. Considera anche i limiti che ha fissato tuo marito narcisista e poi rifletti sui tuoi.

Dovresti porre dei limiti sia nella sfera emotiva (per esempio non accetti un certo modo di trattarti), che in quella materiale (le tue cose non possono essere prese senza permesso) e in quella sociale (hai diritto a contatti sociali privati). Se difenderai questi limiti in modo coerente, reagendo in modo deciso quando il narcisista vorrà superarli, ti sentirai più forte, e lui vedrà che non può sempre permettersi di fare ciò che vuole con te.

Leggi anche: Perché il narcisista torna?

3. Ricompense e punizioni

I meccanismi di ricompense e punizioni sono fondamentali per far funzionare una relazione di coppia, sopratutto un matrimonio. È molto importante che tu reagisca in modo giusto a certi comportamenti del marito narcisista. Non puoi essere gentile con lui o corteggiarlo quando è antipatico con te, altrimenti lui avrà sempre più controllo e ne sarà pienamente consapevole. Lo stesso risultato sarà ottenuto se vorrai ad esempio punirlo attraverso una litigata, perché molto spesso il narcisista cerca di farti scattare appositamente, proprio per usare la lite a suo vantaggio.

Analizza quali comportamenti di tuo marito sono per te piacevoli e desiderati, e quali invece no. Successivamente, cerca di ricompensare i primi e di punire i secondi. Nota bene: non devi inventarti premi e punizioni particolari; sarà sufficiente dargli o togliergli ciò che più desidera, ovvero attenzioni, interesse e ammirazione. Basta che tu gestisca al meglio queste cose nei momenti giusti e lui inizierà ad adattare i suoi comportamenti ed i suoi atteggiamenti nei tuoi confronti.

4. Comunicazione efficace

La comunicazione efficace è probabilmente la sfida più grande che devi affrontare per gestire meglio la relazione con il marito narcisista. Questa richiede un controllo molto forte e consapevole delle emozioni. Lo sai bene che il narcicista riesce a farti innervosire con facilità: cercando di manipolarti, accusandoti, provocandoti e usando il ricatto.

In questi momenti vuoi ribellarti, ma senti pure il dolore, perché tuo marito non vuole capirti, non vuole fare nemmeno un passo indietro, non vuole fare pace, ma peggiora solo le cose. La tua ribellione però non ti porta alla soluzione, perché il narcisista, per sua natura, non ti permetterà mai di convincerlo. È sempre lui ad avere ragione.  

All’inizio la soluzione migliore è concentrarti sul tuo respiro o su qualche altra attività mentre lui cerca di provocarti. Non analizzare troppo quello che dice e con cui non sei d’accordo. Rispondi brevemente e in modo poco concreto, non definire categoricamente la tua posizione, ma non dargli ragione subito se secondo te si sbaglia. Più tranquilla sarai, meno possibilità per provocarti avrà lui.

Leggi anche: Come riconquistare un narcisista?

Marito narcisista: il divorzio

Il divorzio è sempre una questione molto complicata e molto traumatica. A volte richiede del tempo, è doloroso e comporta tante conseguenze tristi. Tuttavia talvolta rappresenta l’unica soluzione possibile e giusta.

Il divorzio con il narcisista significa che tutti gli aspetti spiacevoli di un divorzio normale saranno moltiplicati per 10. Per il marito narcisista è l’occasione per usare tutto il suo potenziale e tutte le arme possibili. Manipolerà più che mai (te, i figli, in tribunale), ti ricatterà, ti farà sentire impaurita e piena dei dubbi. Giocherà sporco e cercherà di rovinarti la vita. A seconda del suo carattere potrà farlo più a lungo e in modo più intenso o meno, ma non ti aspettare che vorrà patteggiare.

In questa situazione la base è ricevere una forte assistenza: psicologica e giuridica. Devi trovare degli esperti di cui potrai fidarti, che capiranno cosa devi affrontare e che ti daranno supporto fino alla fine. Dovranno accompagnarti durante tutto questo processo, e magari pure dopo. A parte questo, è molto importante avere alleati tra i membri della famiglia e gli amici.

Preparandoti per fare questo passo, segui la regola della fiducia limitata e cerca di prevedere ogni più piccola eventualità. Fai appunti, fotocopie, fotografie, informati riguardo le norme e il vostro patrimonio comune.

Ti ringrazio per aver letto fino in fondo questo articolo sul marito narcisista. Spero che da ora in poi saprai gestire meglio la relazione con lui o che almeno deciderai di rivolgerti alle persone giuste, che possano aiutarti e venire fuori da questa situazione.

P.S. Se ti interessa approfondire la psicologia del narcisista ed il suo funzionamento all’interno delle relazioni di coppia, ti invito a leggere il manuale avanzato “L’Antidoto Al Narcisista“, che ti spiega tutti i trucchi per rendere inoffensivo un uomo con tali caratteristiche, e per farlo investire maggiormente nella vostra relazione. Lo trovi qui.

La strategia per difendersi dall’uomo narcisista, sedurlo, riconquistarlo o liberarsi definitivamente da lui

4/5 - (4 votes)