Psicologia inversa per riconquistare un ex: 4 tattiche per sfruttarla

psicologia inversa per riconquistare un ex

Che cos’è la psicologia inversa? É davvero possibile sfruttarla per riconquistare un ex che ti ha lasciato? Quali sono alcuni esempi di utilizzo della psicologia inversa in amore?

Le tecniche per riconquistare un ex sono numerose, ma non tutte efficaci allo stesso modo. Soprattutto se la rottura è avvenuta a causa di una perdita di interesse, oppure se il tuo ex è un tipo molto testardo, sarà necessario manipolarlo un po’ per spingerlo a tornare da te.

Ed è proprio qui che viene in nostro aiuto la psicologia inversa, una strategia di manipolazione che può indurre una persona a cambiare idea, oppure a prendere una decisione contraria a ciò che originariamente voleva fare.

In questo articolo ti spiegherò come usare la psicologia inversa per riconquistare un ex. In particolare vedremo 4 tattiche basate sulla psicologia inversa, che ti aiuteranno a prendere il controllo della mente del tuo ex, come se fosse il tuo burattino.

Prima di cominciare con questa lettura, però, ti invito ad effettuare il test qui sotto per valutare le tue possibilità di riconquista. Ci vogliono solo 2 minuti, ma il risultato ti sarà estremamente utile per fare chiarezza sulla situazione in cui ti trovi:

Quante sono le tue reali probabilità di riconquista?

Psicologia inversa: cos’è e come funziona

Come abbiamo già spiegato, la psicologia inversa è una strategia di manipolazione che porta una persona a fare ciò che originariamente non voleva fare.

Si tratta di una tecnica molto indiretta e subdola, ma estremamente efficace, in quanto basata sulla conoscenza di come funziona la mente umana e di quelli che sono i suoi punti deboli. Per spiegarla dovremo prima introdurre il concetto di reattanza.

Che cos’è la reattanza?

Il nostro cervello tende a rifiutare gli ordini, le richieste o anche solo i consigli provenienti da persone a noi vicine, quando sentiamo che questi potrebbero limitare la nostra libertà. Tale fenomeno prende il nome di reattanza.

La reattanza è la nostra resistenza psicologica: quella forza che ci spinge ad essere ribelli, che ci spinge ad essere liberi da condizionamenti esterni per conservare la nostra identità.

psicologia inversa come funziona

Secondo uno studio condotto dalla Duke University, la reattanza può addirittura spingerci ad agire contro il nostro stesso interesse pur di non perdere la libertà.

Questo è lo stesso motivo per cui un bambino potrebbe decidere di uscire di casa senza giubbino d’inverno, dopo che la madre gli ha ripetutamente richiesto di indossarlo.

Ma cosa c’entra la reattanza con la psicologia inversa?

La psicologia inversa sfrutta la reattanza dell’altra persona per indurla a compiere l’azione desiderata. Quindi si suggerisce una cosa, per indurre invece a compiere l’esatto opposto!

Riprendendo l’esempio precedente, se la mamma volesse manipolare il proprio figlio ed indurlo a vestirsi in modo pesante potrebbe sfruttare la psicologia inversa e dirgli: “oggi ti vieto di indossare il giubbino, così sentirai freddo”.

Le stesse dinamiche, se usate in modo subdolo, funzionano anche con persone adulte. Infatti l’utilizzo della psicologia inversa in amore è molto diffuso.

Iscriviti Al Percorso Gratuito Di Riconquista E Ricevi Subito Il Metodo Segreto Per Farlo Tornare Immediatamente Tra Le Tue Braccia!!

Psicologia inversa per riconquistare un ex: 4 tattiche

Dopo aver fatto le dovute premesse, siamo pronti per vedere alcuni esempi di come utilizzare la psicologia inversa per riconquistare un ex.

In particolare ho identificato 4 tattiche particolarmente efficaci, che faresti bene a provare anche tu! Eccole di seguito:

1. Digli che hai accettato la rottura

Continuare a chiedere un’altra opportunità al tuo ex, implorarlo di tornare insieme a te oppure contattarlo tutti i giorni, sono tutte cose che non funzionano.

Invece, l’atteggiamento opposto potrebbe portarti dei grandi risultati.

Ecco un esempio di cosa potresti dirgli per sorprenderlo profondamente e sfruttare la psicologia inversa, innescando la sua reattanza:

“Adesso capisco perché hai preso questa decisione, e non voglio che tu ti senta in colpa. Certo, non è stato facile in un primo momento, ma adesso credo che tu abbia preso la decisione giusta per entrambi, e di questo ti ringrazio”.

In questo modo il tuo ex rimarrà letteralmente a bocca aperta! Tu gli stai dicendo che accetti la rottura, e che è giusto che rimaniate separati. Immediatamente inizierà a provare il desiderio di farti cambiare idea, così da riprendere il controllo della situazione.

Finché era stato lui a decidere che non dovete stare insieme si sentiva in controllo e sicuro. Adesso però sei anche tu a non voler stare con lui, e questo il tuo ex non può accettarlo!

Leggi anche: Come riconquistare un ex – 5 tecniche basate sulla psicologia

2. Digli che lo vedi bene con la sua nuova ragazza

Se il tuo ex ti ha lasciato per un’altra ragazza, di sicuro ti sentirai molto gelosa. Farai fatica a nascondere il rancore, la rabbia e la delusione per ciò che sta succedendo.

Tuttavia, la strategia migliore da seguire è quella di dire al tuo ex che lo vedi bene con la sua nuova ragazza. Lui non si immagina di sentire queste parole da te perché ti immagina gelosa e disperata. Invece, vedendo che supporti la sua nuova relazione e che stai andando avanti con la tua vita, inizierà a sentirsi molto indeciso su cosa fare.

Inizierà a chiedersi perché lo stai spingendo tra le braccia della sua nuova fiamma. Non ti importa più di lui? Ti reputi migliore di questa ragazza? Forse è proprio così. Tu sei migliore di quella ragazza, e lui ha fatto un errore madornale a lasciarti…

Se vuoi sapere come usare esattamente questa tecnica, ti consiglio di leggere “Il Codice della Riconquista“, il manuale da cui è stata tratta.

3. Sfrutta il principio del nessun contatto

Eccoci arrivati alla terza strategia di psicologia inversa per riconquistare un ex: il principio del nessun contatto. Se non ne hai mai sentito parlare ti anticipo che questo concetto potrebbe sembrarti estremo, strano e controintuitivo, ma è la miglior arma che puoi utilizzare per far tornare il tuo ex.

In sostanza, nel momento in cui decidi di riconquistare il tuo ex, non devi fare altro che sparire per 3-4 settimane. Sì, esatto, hai letto bene. Non chiamarlo, non mandargli messaggi, non cercarlo e non chiedergli di incontrarti. Fai come se lui non esistesse.

psicologia inversa per farlo tornare

Così facendo avrai tempo per riprendere in mano la tua vita. Contemporaneamente, darai la possibilità a lui di iniziare a sentire la tua mancanza. Vedendo che stai andando avanti, lui si accorgerà che non ha più potere su di te. Ed è proprio questo che lo spingerà a desiderarti di nuovo!

4. Fallo ingelosire

La quarta ed ultima tecnica di psicologia inversa per riconquistare un ex è quella della gelosia. Si tratta di un grande classico, che in certi casi può fare la differenza.

In sostanza, si tratta di far ingelosire il tuo ex mostrando un evidente interesse nei confronti di un altro uomo. È molto, molto probabile che, sentendosi messo da parte, ed immaginandoti tra le braccia di qualcun altro, gli scatti il desiderio di riaverti al suo fianco.

Tuttavia, ti consiglio di affidarti a questa tecnica solo se conosci davvero bene il tuo ex e credi che potrebbe funzionare. In alcuni casi, la gelosia è in grado di creare la reazione opposta, perché non tutti si sentono spronati a dover “competere” con un estraneo per potersi riavvicinare alla propria donna.

Magari per eccessivo orgoglio, scarsa autostima o, nei peggiori dei casi, mancanza di interesse. Di conseguenza, muoviti sempre con cautela quando sfrutti la gelosia.

Psicologia inversa per farlo tornare: conclusioni

In questo articolo ti ho spiegato cos’è la psicologia inversa e come sfruttarla per riconquistare un ex che ti ha lasciata. In tutte e 4 le tattiche presentate si tratta di mettere in atto un comportamento controintuitivo, per innescare la reazione desiderata da parte dell’ex.

Tuttavia, voglio darti un ultimo consiglio. Non farti mai scoprire da lui! Non fargli in alcun modo sospettare del fatto che stai usando dei “trucchetti” con la finalità di riconquistarlo. Altrimenti tutto ti si ritorcerebbe contro e lui si allontanerebbe ancora di più da te.

Per approfondire il concetto di psicologia inversa per riconquistare un ex e leggere numerosi altri esempi di come può essere applicata con successo, ti invito a leggere il manuale “Il Codice della Riconquista“, a cui questo articolo si ispira profondamente.

4.8/5 - (5 votes)